Fulgores Bononie

Bologna, Archivio di Stato

L’opera racchiude la selezione delle più preziose ed esclusive pergamene miniate realizzate tra il Trecento e il Quattrocento, dai massimi autori di scuola bolognese (Nicolò di Giacomo, Stefano degli Azzi,)  ritenuta fra le più pregiate dell’alto Medioevo.

Gran parte delle miniature scelte, ornarono i documenti di alcune tra le principali Società d’Arti, operanti a Bologna nel Medioevo e nel Rinascimento.

Le arti, che gestivano l’economia cittadina, avevano l’obbligo di presentare periodicamente al Comune il loro statuto, l’elenco degli iscritti e la matricola.

Al fine di rendere immediatamente riconoscibile la società di appartenenza e talvolta per enfatizzarne l’importanza, il frontespizio dei codici, che contenevano questi documenti, veniva ornato con miniature, in cui erano rappresentati i santi patroni dell’arte e quelli che proteggevano la città, o gli artieri intenti a svolgere il loro lavoro; in alcuni casi la decorazione era completata da stemmi del Comune di Bologna, della società e, a partire dal XV secolo, del legato papale.

Le pergamene originali sono custodite presso l’Archivio di Stato di Bologna.

  •  statuti della societa’ dei falegnami, 1298
  • statuti della societa’ degli orefici, 1299
  • provvigioni e statuti della società dei sellai e calzolai, 1318
  • matricola della societa’ dei toschi, 1322-1436
  • statuti della societa’ di san giacomo di loreto, 1371
  • statuti della societa’ della seta, 1372
  • statuti della societa’ dei falegnami, 1377
  • statuti della societa’ degli orefici, 1383
  • matricola della societa’ dei toschi, 1459-1671
  • matricola della societa’ degli speziali, 1481-1758
  • statuti della societa’ dei bisilieri, 1378
  • matricola e statuti della societa’ degli spadari, 1378
  • statuti della societa’ dei sarti, 1379
  • statuti e matricola della societa’ dei fabbricatori e venditori di pergamena (o cartolai), 1379
  • statuti della societa’ dei notai, 1382
  • libro dei preconsoli e dei consoli della società dei notai,
  • libro dei preconsoli e dei consoli della società dei notai,
  • statuti dell’arte della seta, ante 1398
  • libro dei creditori del monte di pubbliche prestanze, 1394 libro dei creditori del monte di pubbliche prestanze, 1394
  • libro dei creditori del monte di pubbliche prestanze, 1394
  • matricola della societa’ di sant’eustachio, 1396
  • statuti della societa’ della seta, 1398
  • statuti e matricole della compagnia dell’ospedale di san bartolomeo, 1471-1549
  • statuti della societa’ dei brentatori, 1410
  • liber bullarum apostolicarum, 1392-1419
  • matricola e statuti della societa’ di sant’eustachio, 1396
  • statuti della societa’ dei bisilieri, 1422
  • matricola della societa’ delle lodi della beata vergine, detta di san giobbe, 1428
  • statuti della compagnia di santa maria del baraccano, 1446
  • costituzione del capitolo dei canonici di san petronio, 1464
  • costituzioni del collegio dei dottori, giudici e avvocati, statuti della societa’ dei salaroli, 1376
  • statuti e matricole della compagnia
  • dell’ospedale di san bartolomeo, 1471-1549
  • statuti della compagnia di sant’ambrogio, 1456
  • matricola della societa’ degli speziali, 1481-1758
  • statuti della societa’ dei cimatori, 1488
  • matricola e statuti della compagnia di san francesco, sotto il vocabolo di santa maria delle laude, 1494

Caratteristiche tecniche

  • Formato 350x500mm
  • Pergamene riprodotte in scala 1:1 rispetto l’originale, applicate in modo removibile su speciale carta di gelso, fabbricata a mano.
  • Legatura artigianale, ad uso nei secoli XIII e XIV, con piatti in massello di rovere trattato manualmente a tampone.
  • Tiratura è numerata e limitata a 99 esemplari